In aree pericoloseKeller SpA ha presentato recentemente una gamma completa di trasmettitori di pressione per l’utilizzo in aree pericolose.
Questi trasmettitori a sicurezza intrinseca offrono intervalli di misurazi- one compresi tra 0,2 bar e 1000 bar, vale a dire che si possono utilizzare per misurazioni in tutti i tipi di aree soggette a rischio esplosione di Gruppo II (gas), e in conformità alla Direttiva ATEX qui inerente. I modelli specifici appartenenti alla gamma di pro- dotti sono stati approvati rispettivamente anche per il Gruppo I (estrazioni minerarie) e per il Gruppo II (polveri).
Le caratteristiche comuni a tutti i trasmettitori di pressione della linea Y comprendono un errore di temperatura estremamente ridotto, al quale corrisponde un’elevata precisione delle misurazioni.
Grazie al sensore di temperatura incorporato ed a un circuito digitale supplementare, è possibile suddividere l’intervallo delle temperature di funzionamento previste in molteplici sottointervalli, fino a 120, di ampiezza pari a 1,5 Kelvin (K). Durante il processo di calibratura in fabbrica, per ciascuno di questi sottointervalli si utilizza un modello matematico per calcolare i valori specifici di compensazione per il punto zero del TK (coefficiente di temperatura – N.d.T.) e di amplificazione del TK; i valori vengono poi memorizzati nel trasmettitore. Durante il funzionamento questi valori vengono inseriti nel percorso del segnale analogico in funzione della temperatura, senza ridurre la dinamica di elaborazione del segnale di 2 kHz.
Di conseguenza, nel tipico arco di variazione della temperatura da -10 °C a +80 °C è possibile ottenere, ai fini della misurazione, una fascia di errore totale corrispondente, pari a ±0,8% FS. Questo valore comprende tutte le fonti di errore, dalla linearità alla tolleranza dell’intervallo.Una caratteristica aggiuntiva è data dal fatto che i trasmettitori di pressione della linea X di Keller (Serie 30) offrono un calcolo di valutazione elett- ronico, basato su micro-controllori, allo scopo di assicurare la massima precisione.Ogni trasmettitore è calibrato lungo l’intero campo di variazio- ne della pressione e della temperatura. Questi dati di misurazione sono utilizzati per elaborare un modello matematico che permette la correzione di tutti gli errori riproducibili.In questo modo KELLER può garantire un’elevata precisione, grazie a un’ampiezza della fascia di errore compresa entro il campo di variazione della pressione e della temperatura, il quale è interamente compensato.Al momento dell’acquisto, l’utilizzatore dei trasmettitori industriali può indicare una scelta specifica del campo di temperatura compensato, a seconda della rispettiva applicazione; ad esempio, -10…80 °C oppure 10…40 °C. Altrimenti, i trasmettitori di livello sono dotati normalmente di un campo compensato pari a 0…50 °C. Il valore della pressione calcolato può essere prelevato attraverso l’interfaccia e viene elaborato, simultaneamente, come segnale analogico.In corrispondenza dell’uscita digitale, la fascia di errore tra 10…40 °C corrisponde a un massimo di ±0,05 % dell’intero campo di variazione.
Un variegato assortimento di progetti strutturali, di formati per segnali elettrici e connessioni meccaniche, garantisce che questi trasmettitori di pressione a sicurezza intrinseca si possano impiegare per una grande varietà di applicazioni.

La gamma comprende modelli con guarnizioni di sigillatura interne, nonché versioni interamente saldate e con membrana affacciata sigillata fron- talmente, che misurano la pressione in valori assoluti o barometrici, o relativamente alla pressione atmosferica. Per gli attacchi di collegamento della pressione sono disponibili vari tipi di filettature, e per i collegamenti elettrici si possono usare differenti tipi di spinotti e di cavi.

Gli utilizzatori possono anche scegliere tra i tipici segnali di misurazione industriale con tecnologia a 3 cavi (0…5 V / 0…10 V) o con tecnologia a 2 cavi (4…20 mA); sui trasmettitori di pressione ad alta precisione e sui sensori ad immersione della Serie 30, in aggiunta all’uscita analogica è disponibile un interfaccia RS485 supplementare.

 

Scarica comunicato stampa della Linea Y in PDF