Project Description

Scarica scheda tecnica in PDF Chiedi maggiori informazioni

Il DCX-16 è uno strumento autonomo alimentato a batteria. E’ dotato di un alloggiamento in acciaio inossidabile dal diametro di 16 mm, progettato per registrare la profondità (pressione) e la temperatura idrica per periodi prolungati, in applicazioni dove una misura più compatta rappresenta un vantaggio.

I circuiti elettronici si avvalgono della più recente tecnologia dei microprocessori, la quale offre accuratezza e risoluzione elevate per i segnali della pressione e della temperatura. I valori misurati sono compensati matematicamente per tutti gli errori di linearità e di temperatura da parte dei sensori di pressione. L’utilizzo di una memoria non volatile garantisce un’elevata sicurezza dei dati. Sono disponibili tre versioni del DCX-16:

DCX-16

Il sensore, i circuiti elettronici e la batteria sono alloggiati in un tubo sigillato in acciaio inossidabile per l’utilizzo in immersione. Per la lettura dei dati, il DCX-16 deve essere recuperato dal punto di misurazione. La calotta terminale va quindi rimossa per poter accedere alla porta dati.

Il DCX-16 opera con un sensore di pressione assoluta. Nelle acque poco profonde, dove si dovrebbe tenere in considerazione l’influenza delle variazioni delle pressione barometrica, si raccomanda che un secondo data logger (Baro) sia posizionato in superficie per registrare la pressione barometrica. Il PC quindi calcola la pressione differenziale ovvero la profondità idrica eseguendo la sottrazione dei due valori misurati.

DCX-16 SG/VG

L’alloggiamento dell’interfaccia è montato sulla cima del pozzo di trivellazione, allo scopo di offrire un facile accesso per lo scaricamento dei dati; è collegato attraverso un cavo sigillato all’alloggiamento delle componenti elettroniche, il quale include i circuiti elettronici e la batteria.

L’installazione è semplice e rapida. Si utilizzano dispositivi di fissaggio in varie misure, adatti per varie unità di bloccaggio della calotta provenienti da fabbricanti diversi e per punti di accesso al pozzo a partire dalla misura di 1” (le calotte che partono dalla misura di 2” includono un foro per calare un misuratore di immersione). In questo modo si rende possibile la configurazione di postazioni di misurazione a costi notevolmente più bassi rispetto ai sistemi convenzionali.

Il logger può essere a manometro sigillato (SG) o a manometro aperto (VG); il cavo conduce il tubo di sfogo per i sensori in versione VG. L’apertura di sfogo dell’alloggiamento è protetta da una membrana traspirante in Gore-Tex®.
Il progetto modulare permette all’utente di installare il DCX-16 SG/VG con varie piastre di fissaggio oppure di collegarlo al modulo GSM-1.

L’unità opzionale GSM-1 consente la trasmissione dei dati dal rilevatore di dati a una postazione remota; oppure si possono inviare i dati a un qualsiasi telefono portatile sotto forma di messaggio breve (SMS).