Project Description

Scarica scheda tecnica in PDF Chiedi maggiori informazioni

Questi trasmettitori di pressione piezoresistivi con scocca di alloggiamento a prova di scoppio sono omologati per l’impiego in aree a rischio di esplosione di gruppo II. Forniscono misurazioni stabili e precise della pressione assoluta e relativa per elementi liquidi e gassosi nel campo di variazione della pressione compreso tra 0,1 e 300 bar.

Flessibilità
La struttura modulare di questa gamma di prodotti consente applicazioni e soluzioni estremamente flessibili che rispondono alle esigenze specifiche degli utenti. Sono disponibili numerose versioni, per esempio con diversi attacchi di raccordo della pressione, diversi materiali e oli di riempimento, o versioni per l’utilizzo con ossigeno e con speciali caratteristiche tecniche. In aggiunta al classico segnale di uscita analogico (Serie 23 Ed e 25 Ed), è disponibile anche una soluzione digitale basata sui collaudati trasmettitori ad alta precisione Serie 30 X (33 W Ed e 35 X Ed).

Trasmettitori analogici, Serie 23 Ed e 25 Ed
Questa serie si basa sul trasduttore piezoresisitivo stabile con circuiti elettronici analogici. Il punto zero e la sensibilità, nonché i coefficienti di temperatura per il punto zero e per la sensibilità, sono compensati da resistori e/o potenziometri.

Trasmettitori digitali Serie 33 X Ed e 35 X Ed
Questa serie è dotata di un sistema di valutazione elettronica basato su micro-controllori per garantire la massima precisione. Ogni trasmettitore è calibrato lungo l’intero campo di variazione della pressione e della temperatura. Ciò fornisce la base per calcolare un modello matematico che corregge tutti gli errori sistematici. Il valore della pressione si può leggere tramite l’interfaccia e allo stesso tempo è disponibile anche in formato analogico in versione da 4…20 mA oppure da 0…10 V.

Interfaccia: RS485 semiduplex per 9.600 e 115.200 baud per linee di lunghezza fino a 1.400 m e un massimo di 128 coutenti. Protocollo: Bus KELLER e MODBUS RTU. E’ possibile configurare gli strumenti (graduazione dell’uscita analogica, unità di commutazione, cambiamento delle impostazioni di filtro, definizione del punto zero, ecc.) e registrare i valori rilevati con i software CCS30 e PROG30, disponibili gratuitamente.