La KELLER AG, società di tecnologie manometriche, ha recentemente presentato il trasmettitore di pressione assoluta miniaturizzato della Serie 21 PY con compensazione ottimizzata della temperatura e con campi di misurazione compresi tra 10 bar e 600 bar.

Il geniale principio PromComp, sviluppato da Keller già circa 20 anni fa, può finalmente sfruttare i suoi vantaggi grazie alla miniaturizzazione generalizzata dell’elettronica. Un circuito della grandezza di una moneta di 1 centesimo compensa perfettamente il trasmettitore di pressione Serie 21 PY rispetto alle oscillazioni della temperatura di esercizio.

Un sensore di temperatura nel PromComp ripartisce il campo di temperatura in settori di ampiezza pari a 1,5 Kelvin. Ad ogni settore sono associati due valori in una memoria EEPROM: un valore per il punto zero, e un valore per l’incremento, determinati attraverso un’interpolazione matematica nel processo di bilanciamento. Nella fase di esercizio, alla temperatura corrispondente vengono inseriti i rispettivi valori. In questo modo è possibile compensare oscillazioni di temperatura fino a 100 °K. KELLER riesce a ottenere un’accuratezza di misurazione standard del ±0,5%FS – incluse la nonlinearità e l’isteresi – sul campo di temperatura compensato. Questa tecnologia di compensazione, che per la prima volta è utilizzata nella Serie 21 PY, è una pietra miliare sulla strada verso il “plug&work” nella tecnica della pressione.

Il segnale di uscita del trasmettitore di pressione, che con una larghezza di banda di 2kHz ha un tempo di reazione estremamente rapido, è di 0,5….4,5 V (tecnica a 3 conduttori).

La Serie 21 PY funziona con una tensione di alimentazione di soli 8 VDC e fino a 28 VDC, il che, unitamente a un diametro di appena 13 mm. circa e un peso di 11 grammi esatti, è ottimale fra l’altro per un utilizzo di tipo mobile. L’alloggiamento con filettatura dell’attacco della pressione M8, M6 oppure 10-32 UNF è interamente saldato e risponde ai requisiti della classe di protezione IP67.