1,5 miliardi di persone nel mondo non hanno accesso all’acqua pulita.

Amministrare l’acqua come risorsa è pertanto la sfida del XXI secolo.

Una parte significativa delle risorse d’acqua mondiali è situata nel sottosuolo. Vaste aree vengono esaminate impiegando sensori di pressione per monitorare cambiamenti nel livello dell’acqua, in relazione non solo all’utilizzo ma anche alla piovosità. Questi sensori vengono introdotti in pozzi che arrivano fino a 200 metri di profondità.

La quota maggiore del costo di un punto di misurazione è rappresentata dall’operazione di trivellazione e dalla conduttura introdotta nel terreno. Fino ad oggi si usavano principalmente condutture con diametro interno di 1 pollice (cm 2,54), misura richiesta dai sensori con diametro di 22 mm. Il nuovo DCX-16 della KELLER è dotato di un diametro di 16 mm che non compromette la precisione, ma rende possibile un costo per punto di installazione molto inferiore.